Superbonus sotto le attese: i costruttori tagliano le stime e chiedono la proroga

Superbonus sotto le attese: i costruttori tagliano le stime e chiedono la proroga

Roma, 09 mar – Il Superbonus 110% è uno strumento strategico per lo sviluppo e per l’attuazione di un programma concreto di riqualificazione del patrimonio edilizio italiano, in linea con gli obiettivi di sostenibilità e di riduzione del consumo del suolo definiti nell’ambito del Green Deal europeo: ma a questi ritmi i risultati saranno inferiori alle attese. E’ quanto ha sottolineato il presidente dell’Ance Gabriele Buia nell’audizione sul Recovery plan di fronte alle commissioni riunite Bilancio e Politiche Ue del Senato. Buia ha spiegato che “lo strumento ha già ricevuto ottimi riscontri sul mercato, soprattutto negli ultimi mesi (al 22 febbraio erano circa 500 milioni gli interventi realizzati e circa 4.400 cantieri aperti)”. ‘Mantenendo l’attuale trend – ha aggiunto – si stima, però, un ammontare annuo di investimenti inferiore ai 6 miliardi inizialmente previsti. Le iniziative sono infatti rallentate, e rischiano poi di essere bloccate, dall’incertezza sulla durata dei benefici e da alcune lungaggini burocratiche. Per Buia è quindi necessario decidere oggi la proroga del Superbonus, nell’attuale impostazione (art. 119 e 121 del Decreto Rilancio e successive integrazioni), quantomeno fino a fine 2023, nell’ambito del Recovery plan.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Nessun Commento

Sorry, the comment form is closed at this time.