Ripartire dalla scuola per lo sviluppo sostenibile: torna il premio Vivere a Spreco Zero

Ripartire dalla scuola per lo sviluppo sostenibile: torna il premio Vivere a Spreco Zero

Riparte dalle scuole, pilastro del futuro di ogni società, il Premio Vivere a spreco zero, annuale vetrina per le buone pratiche di sviluppo sostenibile e prevenzione degli sprechi

Riparte dalle scuole, pilastro del futuro di ogni società, il Premio Vivere a spreco zero, annuale vetrina per le buone pratiche di sviluppo sostenibile e prevenzione degli sprechi: messa a dura prova nell’anno della pandemia covid-19, la scuola italiana ha dimostrato, proprio nei mesi più difficili della chiusura delle lezioni in presenza, tanti esempi di buone pratiche capaci di conciliare resilienza e formazione, con sguardo aperto verso il domani. Per questo il lancio del nuovo bando 2020 del Premio Vivere a spreco zero si accompagna all’annuncio dei primi due riconoscimenti speciali dell’8^ edizione, che vanno alla onlus Maestri di Strada guidata dal maestro ed educatore Cesare Moreno, da oltre 20 anni in frontline a Napoli per sostenere la scolarizzazione nei quartieri spesso in disarmo: “per aver lanciato e vinto una sfida virtuale ai giovani e alle famiglie della periferia est della città – dove si rilevano alte percentuali di dispersione scolastica e disagio diffuso – promuovendo un minidiario sullo spreco alimentare domestico che ha acceso una riflessione utile a migliore l’organizzazione della spesa ed evitare sprechi di cibo in casa, affiancato da una iniziativa di coltivazione biologica di orti urbani, sociali e scolastici”. E un secondo riconoscimento 2020 va alla Maestra Francesca Sivieri a fine lockdown aveva promosso iniziative di lettura nelle sedi opportune “open air” di Prato, coinvolgendo i giovani studenti e le loro famiglie in un convivio di educazione alla socialità, alla lettura e agli stili di vita salutari, e quindi in una buona pratica pedagogica rispettosa delle indicazioni normative. I due Premi speciali sono stati annunciati a Roma dal fondatore della campagna Spreco Zero Andrea Segrè, in occasione dell’incontro di presentazione del Premio Vivere a spreco zero 2020, promosso dalla campagna pubblica di sensibilizzazione Spreco Zero di Last Minute Market, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, insieme all’Anci – Associazione Nazionale dei Comuni italiani, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Associazione Sprecozero.net e del World Food Programme, e con il sostegno generale di ENI e Federcasse – Emil Banca.

 

Leggi l’articolo completo su La Stampa

Nessun Commento

Sorry, the comment form is closed at this time.